Sono Arrigucci/Arrigucci (Preparati) e Fernandes/Fernandes (Prototipi) i Campioni Europei di Fuoristrada Estremo 2016: ad assegnare gli ambiti titoli è stata la finale dell’EXC organizzata da Equipe France Classique dal 25 al 27 Novembre a Aquila d’Arroscia, in Liguria.

Xtreme champions. Dopo 5 tappe fra i tracciati di fuoristrada estremo d’Europa (Galles, Italia, Portogallo e Francia), il primo Campionato Europeo a trazione integrale ha decretato i campioni della stagione 2016. Gli italiani Arrigucci/Arrigucci (Team Evolution 4×4) e i francesi Fernandes/Fernandes (Team Fernandes Brothers) si sono aggiudicati il titolo assoluto rispettivamente nelle categorie Preparati e Prototipi. Entrambi gli equipaggi hanno affrontato i percorsi dell’EXC dimostrando grinta e determinazione, oltre a performance dei mezzi, conquistando al Final Event di Aquila d’Arroscia, svoltosi nel week end dal 25 al 27 Novembre, il gradino più alto del podio. Organizzato da Equipe France Classique, grazie alla collaborazione di alcuni fra i più prestigiosi sodalizi motoristici internazionali, l’Europeo ha visto la partecipazione all’evento ligure di ben 17 equipaggi provenienti da Italia, Francia, Portogallo e Regno Unito.

Dodici le prove speciali allestite sui percorsi dell’entroterra di Imperia da Riky Pisani, fra i più esperti tracciatori di questa specialità a 4 ruote motrici: con una lunghezza media di 450 metri e un dislivello di circa 80, i settori selettivi hanno messo a dura prova piloti e navigatori che si sono sfidati affrontando ostacoli naturali su roccia e terra resi ancora più estremi dalle consistenti piogge che nei giorni precedenti si sono abbattute sulla Liguria, in particolare sull’Alta Valle Arroscia.

La notturna “Darkside”, che gli organizzatori hanno voluto in ricordo di Dario Peruzzi, amico e promotore del Land Magia, ha dato il via alla sfida off road che venerdì sera ha appassionato il folto pubblico presente. A conquistare il best lap su questo percorso lungo un canalone roccioso da affrontare in salita e in discesa sono stati Morandini/Morganti su Suzuki (cat. Preparati) fermando il cronometro a 9’05”. A seguirli, con soli 3 centesimi di distacco, il Team Deep Blue (Prototipi) di Tadini/Donati. Il terzo miglior tempo è andato invece a Cognini/Latini (Evolution 4×4) al finish in 10’38”. Buona anche la prestazione dell’equipaggio Overjoy (il Final Event ha visto la partecipazione anche di alcuni team non iscritti all’Europeo a cui non stati dunque assegnati punti per la graduatoria finale del campionato) che ha completato la prova in 12’58”.

Sette le PS aperte nella giornata di sabato: oltre alla Darkside da percorrere solo in discesa, Hell Coster, John Doe, Zombie River, Terminator, Grinder e The Wall – questi i nomi scelti per identificarle – hanno portato i team nel vivo della competizione.

A far registrare il tempo migliore nella prova 1 è stato Girolamo Rocca, navigato da Nikolai Elistratov, che in 5’56” ha portato il Team Spider sul gradino più alto del podio davanti a Morandini/Morganti (8’41”) e Helder da Rocha con Jim Marsden (Team EngacoOffroad/Gigglepin): il pilota portoghese, in coppia con il co driver inglese, ha tagliato il traguardo con un tempo di 9’10”. La PS 2 ha assegnato invece il giro più veloce a da Rocha/Marsden con 8’45” seguiti da Spider e Overjoy, rispettivamente con 9’54” e 12’20”.

Spider, da Rocha e Morandini (2’44”, 2’53” e 2’59”) hanno fatto registrare i tempi migliori sul tracciato della John Doe, la prova 3 mentre nella PS 4, che ha visto gli equipaggi risalire un dislivello in roccia per poi effettuare un tratto guidato in velocità e ridiscendere un canale d’acqua, ha visto in pole il Team Arrigucci/Arrigucci che ha concluso in 7’26” davanti a Boristene/Boristene (Team Savona Fuoristrada 1) in 8’34” e a Nardi/Adami del Team Traction 4×4 (8’48”). Nel settore selettivo 5 ad avere la meglio sono stati nuovamente Arrigucci/Arrigucci che alla guida del loro Suzuki (Preparati) hanno fermato il crono in 8’07” davanti ai compagni di scuderia Morandini/Morganti (9’50”) e a Simone Cognini al finish in 12’54” sempre con i colori dell’Evolution 4×4. Altro best lap nella prova 6 per i fratelli Arrigucci che con un tempo di 8’42” hanno confermato le loro velleità di vittoria. A completare la top three l’equipaggio Rutam 4×4 (non iscritto però all’EXC) con 9’12” e Gianluca Nardi/Thomas Adami con 11’50”.

La PS 7, denominata The Wall per via del muro di roccia da superare con l’ausilio del winch dopo alcuni passaggi tecnici, ha concluso i tracciati di sabato: best lap per Spider (14’28”) che ha tagliato il traguardo piazzandosi davanti a Morandini (16’21”) e a da Rocha (18’03”).

Con questi risultati la generale provvisoria di venerdì e sabato ha visto al comando Spider con un tempo totale di 84’46” seguito da Arrigucci con 89’34” e da Morandini con 94’11”.

Affrontati in senso di marcia opposto rispetto a quello della giornata precedente, i quattro settori di domenica (scelti i percorsi 1+3, 6 e 7) hanno impegnato gli equipaggi nelle ultime sfide xtreme per decretare il Campione Europeo 2016 di entrambe le categorie. Primo posto parimerito nella PS 1+3 per Morandini/Morganti e Overjoy che hanno concluso il tracciato in 10’51”; a tallonarli con un distacco di soli 2 centesimi di secondo il Team Spider seguito dal portoghese da Rocha con 10’56”. A conquistare il podio nella 6 un agguerrito Team Overjoy al finish in 4’29” davanti a Cognini/Latini con 5’42” e a Spider e Morandini, parimerito questi ultimi con 5’53”. In 8 minuti netti la pole nella PS 7 per Cognini/Latini che hanno preceduto sul traguardo da Rocha e Arrigucci (9’01” e 10’15”).

Nella generale della gara di Aquila d’Arroscia si sono così classificati al primo posto il Team Spider con un tempo totale di 113’10” davanti a Arrigucci (120’49”) e Morandini (123’03”). I piazzamenti riportati nella tre giorni ligure dagli iscritti allo Europe Xtreme Challenge 2016 hanno decretato la graduatoria finale a loro riservata che ha assegnato il titolo di Campione Europeo categoria Preparati a Arrigucci/Arrigucci (60 pt) con Morandini/Morganti (48 pt) e Berno/Pegorin del CDS Team (38 pt) al secondo e terzo piazzamento. Fra i Prototipi la vittoria è andata invece a Fernandes/Fernandes (56 pt) davanti agli altri francesi del Team AJS (50 pt) e a Cognini Simone (46 pt).

Da sottolineare anche le prestazioni di alcuni altri team che, seppur rallentati da rotture o noie meccaniche, hanno dato spettacolo sui tracciati di questa prova di offroad estremo: Baccino/Prato del Team Savona Fuoristrada 2, Rubechini per il Team Evolution 4×4 e il Team Penna. Classifica a parte, il premio seppur virtuale per la sportività è andato al Team Ciuenda che a causa di un problema al proto (la scatola in cui è alloggiata la centralina si è allagata per la pioggia abbondante) non ha potuto prendere il via allo start della gara: Stefano e Ettore Scaglione sono però rimasti a tifare per gli altri equipaggi prestando anche alcuni accessori, smontati dal loro mezzo, ad altri concorrenti che hanno così potuto proseguire le prove.

La premiazione, avvenuta nel parco chiuso allestito nel piazzale dell’albergo “Al Sole” di Aquila d’Arroscia, si è svolta alla presenza di organizzatori, autorità e sponsor che con la loro preziosa collaborazione hanno reso possibile lo svolgimento di questa stagione del Campionato Europeo.

Grazie alla fiducia che team e piloti ci hanno dato e alla grande passione per il fuoristrada abbiamo realizzato un evento sportivo dove a scendere in campo sono stati anzitutto i valori dell’amicizia. Quella di Aquila è stata una competizione in cui gli equipaggi si sono sfidati su tracciati estremi con grande grinta alla guida di mezzi che, seppur preparati per campionati con caratteristiche tecniche diverse fra loro, hanno dimostrato di potersi confrontare l’uno con l’altro – commenta l’organizzatore e presidente di Equipe France Classique, Santi SturnioloL’obiettivo è che questo sia il punto di partenza per un 2017 ricco di novità importanti dal punto di vista motoristico e affiancando la filosofia dell’EXC con i migliori tracciati off road, grazie alla collaborazione di tutti, sono sicuro che i risultati saranno di quelli che piacciono a piloti e appassionati”.

Per lo Europe Xtreme Challenge 2016 e il Final Event di Aquila d’Arroscia si ringraziano: Regione Liguria con il consigliere Alessandro Piana; Provincia di Imperia; Amministrazione Comunale di Aquila d’Arroscia con il sindaco Tullio Cha; Pro Loco di Aquila d’Arroscia; Protezione Civile; Corpo Forestale dello Stato; Carabinieri di Pieve di Teco; Croce Rossa; albergo “Al Sole”; gruppo cronometristi con Flavio Pintus e Laura Starnini e commissari di percorso dei club Alpi Marittime e Savona Fuoristrada; Nicola Ferrara per la realizzazione delle prove; Vittorio Rava, direttore di gara; tutti quanti hanno collaborato per la preparazione e la messa in sicurezza dei tracciati; team partecipanti; proprietari dei terreni attraversati dalle prove speciali; pubblico presente; sponsor del campionato (Traction 4×4, Euro4x4parts, Payustech, Energit, Fango4x4, Midland, Sparco e 8274 Power per la presenza al week end e il ricco montepremi messo in palio); sponsor del Final Event (Race4Tech e Centro Provinciale Revisioni Autoricambi Arnaldi).

Per maggiori informazioni: www.europextremechallenge.com

Classifica generale EXC 2016

Categoria Preparati: Arrigucci/Arrigucci 60 pt; Morandini/Morganti 48 pt; Berno/Pegorin-Polato 38 pt; Nardi/Adami 32 pt; Rubechini/Franceschini-Vagnoni 23 pt; Tinelli/Sommi 16 pt; Pieraccioli/Rindi 6 pt.

Categoria Prototipi: Fernandes/Fernandes 56 pt; Sure/Syre 50 pt; Cognini/Alba-Aguzzi 46 pt; Lanzagorta/Otaegui 34 pt; Cognini/Latini 30 pt; Scaglione/Scaglione 30 pt; Tadini/Donati 28 pt; da Rocha/Porchére-Marsden 26 pt; Collairni/Koci 20 pt.

Ufficio Stampa Europe Xtreme Challenge

Sonja Vietto Ramus

info@svrpress.it

+39 333 3612248

abbonati-a-lim2

Condividi con i tuoi amici

Scrivi