Locandina_RFC_East_Russia

Con i suoi 17 milioni di chilometri quadrati, un ottavo circa della superficie terrestre, è il più grande paese al mondo. Estesa fra Europa e Asia, la Russia vanta anche un altro importante primato: è infatti il territorio con il maggiore numero di eventi motoristici iscritti al calendario RFC Global Series. Suddivisa geograficamente in area occidentale (RFCWR) e orientale (RFCER), fra primavera e autunno la Federazione Sovietica ospita ben 15 manifestazioni sportive promosse nell’ambito della famosa gara del Rainforest Challenge ideata da Luis J.A Wee.

Nel week end dal 6 all’8 maggio, a dare inizio ai giochi a trazione integrale è stata la tappa RFCER Primorye svoltasi sui tracciati nei pressi del lago Chanka, al confine fra Primorsky Krai (Russia) e Heilongjiang (Cina). Situato a 240 km da Vladivostock e a poco meno della metà da Ussuriysk City, l’immenso bacino d’acqua dolce si estende su una superficie che raggiunge i 4400 km quadrati di cui tre quarti in territorio russo. La provincia di Primorye – da qui il nome della manche del Rainforest Challenge – è conosciuta fra l’altro per essere habitat naturale della più grande tigre al mondo, la Panthera Tigris Altaica: in un territorio accidentato e dalle ampie foreste, vaga la maestosa tigre siberiana. Ma dal 2012, a rendere celebre fra gli appassionati di fuoristrada estremo questa immensa terra dagli impervi tracciati off-road, è anche il Team 104 di Roman Kulbak, originario di Vladivostock, nell’estremo oriente russo, due volte campione assoluto alla finale RFC in Malaysia.

“Siamo entusiasti che nuovi team abbiano partecipato per la prima volta a questa gara del Rainforest Global Series: è un segnale incoraggiante che dimostra quanto stia prendendo piede questa specialità sportiva – spiega Evgenii Kovalenko, responsabile RFC Primorye – Un campione russo vincitore dell’evento madre in Malaysia per due anni è un importante traguardo per il nostro paese oltre che un grande incoraggiamento per gli appassionati di off-road che ne seguono le imprese alla guida del 4×4. Molti equipaggi concorrenti si mettono alla prova in questa gara anche per confrontarsi con Kulbak”.

Attirare l’interesse di squadre motoristiche oltre che di stampa e pubblico, grazie anche alla facilità di accesso ai campi di gara, è dunque l’obiettivo principale degli organizzatori dell’RFC Russia che da anni promuovono questo concetto di turismo sportivo. La tre giorni d’inizio maggio è stata ancora una volta perfetta cornice di una nuova avvincente sfida a trazione integrale che ha visto i team iscritti destreggiarsi fra guadi e fangaie, in un bel fine settimana soleggiato e dalle temperature miti. Il Team 104 di Roman Kulbak, con il co-driver Mikhail Dyuzhev, schierato fra le fila della categoria Hard (prototipi e tubolari estremi modificati), non ha deluso le aspettative aggiudicandosi la vittoria al volante del piccolo ma performante Suzuki Jimny 2000 cc. davanti a Alexander Krutkin e Vsevolod Vorobiev (sempre su Jimny 2000 cc.) e ai terzi classificati, su Suzuki Escudo 3400 cc., Kirill Cheremisin e Alexander Kuznetsov. Gli altri equipaggi non sono stati da meno dimostrando grande abilità alla guida, che ha spesso richiesto l’utilizzo di manovre con il winch, nelle 11 prove previste. La Medium category ha assegnato il gradino più alto del podio a Vladimir Streltsov, navigato da Sergey Minakhmetov, su Daihatsu Rugger 3400 cc. mentre fra i “leggeri” a conquistare la vittoria è stato Oleg Oparin, con l’omonimo Oleg Oparin nel ruolo di navigatore, a bordo di un Pajero Junior 1096 cc. di cilindrata.

Per avvicinare a questo sport il maggior numero di appassionati e permettere di testare le performance dei veicoli, l’organizzazione dell’RFC Russia ha ideato e promosso la categoria Extra Light (dedicata a 4×4 standard e SUV) che ha visto scendere in campo diversi partecipanti nelle prove speciali diurne. Dopo questavvincente manche dell’RFC 2017 saranno molti altri gli eventi di fuoristrada estremo sparsi fra le province russe: Amur, Sakha, Khabarovsk, Tynda, Novosibirsk, Ussuriysk, Artem e Sakhalin in programma sino al mese di settembre. La gara principale, Tiger Trail Ussuriysk, si svolgerà dal 27 al 30 luglio.

Classifiche RFC East Russia (Primorye) 6-8 maggio 2017

Top Guns: Hard Category

  1. Roman Kulbak e Mikhail Dyuzhev – Suzuki Jimny 2000 cc.
  2. Alexander Krutkin e Vsevolod Vorobiev – Suzuki Jimny 2000 cc.
  3. Kirill Cheremisin e Alexander Kuznetsov – Suzuki Escudo 3400 cc.

Top Guns: Medium Category

  1. Vladimir Streltsov e Sergey Minakhmetov – Daihatsu Rugger 3400 cc.
  2. Anton Belousov e Evgeny Efitsenko – Suzuki Jimny 1600 cc.
  3. Valery Panyushkin e Sergey Panyushkin – Suzuki Jimny 2000 cc.

Top Guns: Light Category

  1. Oleg Oparin e Oleg Oparin – Pajero Junior 1096 cc.
  2. Semen Tulenkov e Evgeny Tulenkov – Suzuki Jimny 1300 cc.
  3. Denis Pototsky e Dmitry Kristalenko – Suzuki Escudo 1600 cc.

Testo: Sonja Vietto Ramus

Foto: Anton Ziborov

Condividi con i tuoi amici

Scrivi